Comune di Pisa

PRIMO SOCCORSO ANIMALI D'AFFEZIONE

 soccorsoanimale_272
SETTORE TUTELA ANIMALI
SERVIZIOPRIMO SOCCORSO ANIMALE
 



Breve descrizione
Nel caso che su suolo pubblico o aree aperte al pubblico siano rinvenuti cani, gatti e furetti (ossia "animali d'affezione") feriti, esclusivamente nei casi previsti dal Codice della strada (D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 - Nuovo codice della strada, Art. 189 -  Comportamento in caso di incidente, Art. 9-bis.) ossia feriti esclusivamente nell'ambito di incidenti stradali, è previsto il servizio di cattura,  trasporto, ricovero e assistenza sanitaria nella forma di primo soccorso, mediante il personale del canile sanitario municipale "Soffio di vento", ubicato in Via di Granuccio, tel 346 949 1412  e-mail canilesanitariopisa@libero.it. Il personale è tenuto ad effettuare i servizi previsti nell'ambito del capitolato speciale della gara vigente.

In tutti gli altri casi di ferimenti accidentali, morsicature, incidenti di varia natura NON stradali o disturbi sanitari degli animali domestici per malattie o vecchiaia, il soccorso non è un servizio obbligatoriamente a carico del Comune, e per Pisa non è attualmente previsto.

Per primo soccorso si intende l'insieme degli interventi, manovre o azioni, poste in essere da qualunque operatore non professionale che si trovi a dover affrontare un'emergenza sanitaria, in attesa dell'intervento di personale specializzato.

 

 

Quali moduli bisogna utilizzare:

L'attivazione del servizio non prevede una specifica modulistica, ma avviene esclusivamente attraverso una segnalazione non anonima a uno dei seguenti soggetti (art.7 del Regolamento di gestione del canile sanitario):

- Polizia Municipale [pdf] in particolare Polizia Urbana e Ambientale, tel. 050/9104824
- Carabinieri
- Polizia di Stato
- Corpo Forestale dello Stato
- Vigili del Fuoco
- Servizio Veterinario USL
- Ufficio Tutela Animali (solo in orario di sportello)

Il servizio di soccorso e' prestato, con priorita' di intervento, entro 3 ore dal ricevimento della segnalazione.

Costi:

Si ricorda che chi consegna un animale a una struttura pubblica non accompagnato da regolare denuncia ne diventa automaticamente il conduttore/proprietario e sara' tenuto a pagare tutte le spese sanitarie e di mantenimento presso la struttura stessa.

Nel caso che l'animale soccorso appartenga ad un proprietario, questo dovra' corrispondere al Comune le relative spese di soccorso.

 A chi rivolgersi per avere informazioni

Direzione 11- Ufficio Ambiente

Ufficio Ambiente, U.O. Animali

e mail: animali@comune.pisa.it

 

Normativa di riferimento. I link sono nella pagina iniziale della Tutela animali


L.281/91 - Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo
L.157/92 - Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio
L.R.3/94 - Recepimento della legge 11 febbraio 1992, n.157 - Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio
L.R.59/09 - Norme per la tutela degli animali
L.120/10 - Disposizioni in materia di sicurezza stradale
D.M.217/2012 - Regolamento di attuazione dell'articolo 177, comma 1, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, come modificato dall'articolo 31, comma 1, della legge 29 luglio 2010, n. 120, in materia di trasporto e soccorso di animali in stato di necessita'
D.G.R.T.148/18 - Gestione del servizio di soccorso della fauna selvatica in difficolta'
Regolamento Comunale Tutela Animali

 

Ultima modifica: 18/08/2020 13:13