Comune di Pisa

LIBERO ACCESSO AI CANI

SETTORE TUTELA ANIMALI
                          trilliandolcissima_792                                          
  
 
 LIBERO ACCESSO DEI CANI
 
Descrizione

 

La tutela degli animali e la corretta convivenza con gli uomini è stabilita dal Ministero della Salute, dalla Legge Regionale Toscana n. 59/2006 e, per il territorio pisano, dal Regolamento Comunale sulla tutela ed il benessere degli animali in città (in corso di aggiornamento). 

Gli animali d'affezione (ossia cani, gatti e furetti) in Toscana hanno libero accesso nel rispetto della normativa (L.R.T 59/2006 e s.m.i. da art. 18 bis a art. 21) sui mezzi di trasporto pubblici, in tutti gli esercizi pubblici e commerciali, nonche' nei cimiteri e nei  locali e negli uffici aperti al pubblico del territorio comunale, così come negli stabilimenti balneari, TRANNE I CASI IN CUI IL RESPONSABILE DEL LUOGO, previa comunicazione al Sindaco ai sensi dell'art. 21, L.R. 59/2009, HA ADOTTATO MISURE LIMITATIVE.

In ogni caso, nell'ambito degli spazi pubblici, battigia demaniale e spiagge libere incluse, gli animali devono essere accompagnati dal proprietario o da altro detentore, i quali sono tenuti ad usare il guinzaglio, (ad eccezione di quelli destinati all’assistenza delle persone prive di vista) oltre alla museruola in caso di rischio per l'incolumità pubblica o su richiesta delle autorità competenti; inoltre devono avere cura che i cani non sporchino e non creino disturbo o danno alcuno, pena l'allontanamento.  Devono pertanto disporre con se' di strumenti idonei a raccogliere le deiezioni e all'occorrenza provvedere alla loro raccolta e alla pulizia dei luoghi. 

Il proprietario del cane o chi lo detiene a qualsiasi titolo sarà responsabile penalmente e civilmente dei danni provocati dall'animale.                                                                                                                                

 

 

trilliancuriosa_1040



Se i proprietari o detentori, pur nel rispetto della normativa, dovessero riscontrare impedimenti od ostacoli da parte dei gestori delle strutture, possono segnalarlo a:

Polizia Municipale
Via Cesare Battisti, 71
56125 Pisa PI
Tel 050910811
Fax 050910822
poliziamunicipale_centraleoperativa@comune.pisa.it

Guardie Ecozoofile NOGRA

Viale delle Cascine 149/APisa

pisa@guardiezoofilenogra.it


Le eventuali segnalazioni che dovessero pervenire direttamente alla Direzione Ambiente non saranno considerate.

 

Direzione

Piano strutturale, Politiche della casa, Edilizia Privata, Ambiente

Responsabile

Responsabile P.O. dr. Redini Marco

A chi chiedere informazioni

Ufficio Ambiente, U.O. Tutela Animali

Andrea Sbrana

tel. 050/910414

e mail: animali@comune.pisa.it

Normativa di riferimentoD.P.R.320/54 - Regolamento di Polizia Veterinaria
Reg.C.E.852/04 - Igiene dei prodotti alimentari
L.296/06 - Legge Finanziaria 2007
L.R.59/09 - Norme per la tutela degli animali
L.R.35/17 - Accesso degli animali di affezione sui mezzi di trasporto pubblico locale
Regolamento Comunale sulla Tutela degli Animali
O.C.160/10 - Disciplina delle attivita' balneari di competenza comunale

Approfondimenti Quando ci si trova in luoghi pubblici, bisogna sempre fare attenzione, oltre all'incolumita' del proprio animale, anche a quella delle altre persone e degli altri animali. L'Ordinanza del Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali del 3 marzo 2009 (propogata fino a marzo 2013) impone:
  • che il cane venga condotto con guinzaglio nelle aree urbane o nei luoghi aperti al pubblico
  • che il proprietario sia dotato di una museruola da applicare in caso di rischio per l'incolumita' pubblica o su richiesta delle autorita' competenti, oltre per salire sui mezzi pubblici di trasporto.
E' molto rischioso lasciare il proprio cane in liberta': in tal modo infatti si mette in pericolo la sua vita e quella degli altri. L'animale puo' essere lasciato libero di giocare soltanto nelle apposite aree di sgambatura previste da ciascun Comune. Anche in questo caso si deve sorvegliare l'animale per evitare liti con gli altri cani presenti nell'area.

Secondo gli artt. 2052 e 2043 del Codice Civile il proprietario di un animale o chi se ne serve per il tempo in cui lo ha in uso, e' responsabile dei danni causati dall'animale stesso, sia che fosse sotto la sua custodia, sia che fosse smarrito o fuggito; ed e' obbligato al risarcimento dei danni cagionati, non solo in strada, ma anche al bar, ristorante, albergo, ecc. Esistono diverse compagnie assicurative che propongono delle polizze di copertura dei danni causati dagli animali verso terzi.

Battigia
Ai proprietari o detentori di cani e' sempre consentito l'accesso libero e gratuito alla battigia (fascia di 5 metri dal limitare del mare), nonche' il transito e la sosta temporanea, anche in presenza di uno stabilimento balneare in base alla legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 251, in cui viene fatto "obbligo per i titolari delle concessioni di consentire il libero e gratuito accesso e transito, per il raggiungimento della battigia antistante l'area ricompresa nella concessione, anche al fine di balneazione".
Ultima modifica: 15/07/2020 11:38