Comune di Pisa

Rete civica pisana

ACCATTONAGGIO

SETTORETUTELA ANIMALI
  
ATTIVITA'CONTRASTO ALL'USO DI ANIMALI PER ACCATTONAGGIO
  
Cosa bisogna fare/ descrizione

Il Comune appoggia il contrasto alla pratica dell'accattonaggio con l'utilizzo di animali in conformità all'art.24 del R.C.T.A.

Il servizio di segnalazione è rivolto a coloro che ravvisano una situazione di accattonaggio con l'utilizzo di animali:

  1. con cuccioli lattanti o da svezzare;
  2. di età inferiore ai cinque mesi;
  3. non in buono stato di salute;
  4. costretti in evidenti condizioni di maltrattamento.
 Il servizio si attiva su segnalazione contattando:

Polizia Municipale
Via Cesare Battisti, 71
56125 Pisa PI
Tel 050910811
Fax 050910822
poliziamunicipale_centraleoperativa@comune.pisa.it

Guardie Ecozoofile A.N.P.A.N.A.
Via San Giovanni, 13 - Arena Metato
56010 San Giuliano Terme PI
Tel 3477687762
pisa@anpana.toscana.it

deputati all'accertamento delle condizioni di cui al punto precedente.

Le eventuali segnalazioni che dovessero pervenire direttamente alla Direzione Ambiente non saranno considerate.

Gli animali rinvenuti nelle suddette circostanze sono sequestrati a cura degli organi di vigilanza e ricoverati presso una delle strutture animaliste accreditate che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa o presso privati cittadini che ne facciano richiesta. Il servizio si attiva immediatamente una volta effettuata la segnalazione.
DirezionePiano strutturale, Politiche della casa, Edillizia privata, Ambiente
Responsabile

Ufficio Ambiente

Responsabile P.O. dr. Redini Marco

m.redini@comune.pisa.it

A chi rivolgersi per informazioni

U.O. Animali

dr. Sbrana Andrea

tel. 050/910414

andrea.sbrana@comune.pisa.it

 

NormativaRegolamento Comunale sulla Tutela degli Animali
Art. 24 - È fatto assoluto divieto utilizzare, per la pratica di accattonaggio, animali con cuccioli lattanti o da svezzare, o comunque animali di età inferiore ai cinque mesi, oppure animali non in buono stato di salute o costretti in evidenti condizioni di maltrattamento.
Gli animali rinvenuti nelle suddette circostanze sono sequestrati a cura degli organi di vigilanza e ricoverati presso una delle strutture animaliste accreditate che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa o presso privati cittadini che ne facciano richiesta.
La condizione di cui sopra è accertata in primo luogo dagli agenti della Polizia Municipale e successivamente da un medico veterinario della competente Azienda U.S.L. 5 Pisa, il quale, se ritiene necessario effettuare esami collaterali o test diagnostici, può inviare l’animale presso strutture veterinarie dell’Azienda stessa.
 Il reato di accattonaggio ex art.670 del C.P. è stato abrogato dall'art.18, L.25.06.1999, n.205.
Ultima modifica: 17/12/2018 11:29