Comune di Pisa

Educazione ambientale, l'assegnazione dei premi del concorso Scarty alle scuole

Assessore Bedini: “Un gioco che insegna ai ragazzi la cultura della raccolta differenziata"

Pisa, 15 giugno. Il periodo di emergenza epidemiologica che ha sospeso le attività scolastiche ha interrotto molti dei progetti in corso, tra cui anche il progetto di educazione ambientale Scarty avviato lo scorso autunno nelle scuole primarie di Pisa, a cui hanno aderito 5 Istituti Comprensivi (Fibonacci, Fucini, Gamerra, N. Pisano, Galilei), 13 plessi e 62 classi per un totale di 1317 alunni. Il progetto promosso e finanziato dal Comune di Pisa, e realizzato in collaborazione con il personale Geofor, è basato su un gioco di carte che insegna la corretta differenziazione dei rifiuti e riesce a coinvolgere attivamente le famiglie e gli amici degli alunni, innescando un processo educativo che si estende a chi viene a contatto col gioco. La partecipazione e il coinvolgimento di alunni ed insegnati aveva raggiunto l’apice proprio poco prima dell’emergenza Covid-19, che ha determinato la chiusura delle scuole e l’interruzione del Concorso “Comportamenti virtuosi”, ideato all’interno del Progetto Scarty per consolidarne gli obiettivi, e che ha avuto una durata di cinque settimane invece che delle dieci inizialmente previste.

“Scarty è un gioco che insegna ai ragazzi la cultura della differenziata – ha spiegato l’assessore all’ambiente Filippo Bedini durante la conferenza stampa insieme a Geofor per presentare i risultati del concorso -. Purtroppo quest’anno il progetto, al pari di ogni altra attività, è stato interrotto a causa dell’emergenza sanitaria, ma sicuramente proseguirà nei prossimi anni, coinvolgendo un numero maggiori di ragazzi. Ci sembrava comunque importante dare il riconoscimento alle classi che hanno partecipato con maggiore entusiasmo, rendendo ufficiale l’ultima graduatoria calcolata sui punteggi accumulati fino all’8 marzo. Il progetto è un investimento molto importante su cui l’Amministrazione Comunale ha puntato molto, nella convinzione che fare educazione ambientale nelle scuole sia un passaggio fondamentale per ottenere risultati che influiscono a lungo termine nel miglioramento della raccolta differenziata. Ringraziamo Geofor per la collaborazione e tutti gli insegnanti e i ragazzi che hanno giocato, dandoci appuntamento al prossimo anno. Complimenti agli alunni delle quattro classi che hanno partecipato con entusiasmo e ai loro docenti e genitori che hanno compreso il valore culturale messo in gioco.”

"Il progetto di educazione ambientale è uno dei punti fermi della comunicazione dell'azienda - ha aggiunto il presidente di Geofor, Daniele Fortini -.  La collaborazione con il Comune di Pisa ha portato alla realizzazione di un percorso formativo di livello, ovvero un progetto scolastico che per Geofor ha una particolare importanza. E' appunto interagendo con le nuove generazioni che è possibile costruire una consapevolezza ambientale, che parte dalla raccolta differenziata, ma poi interesserà tutti gli aspetti del rispetto per il nostro pianeta. Ringraziamo gli studenti, le loro famiglie e soprattutto gli insegnanti che hanno portato avanti questo importante progetto ambientale."

Osservando la classifica, la classe che maggiormente si è distinta raggiungendo 3132 punti sulla base dei propri comportamenti virtuosi, è la classe 4^ del Plesso Moretti. Al secondo posto troviamo la classe 3^B del Plesso N. Pisano che, con 2368 punti, si dimostra comunque molto combattiva e presente; al terzo posto, con 1757 punti, si colloca la classe 3^ del Plesso Biagi. Subito a seguire, la quarto posto, la classe 5^A delle scuole D. Chiesa, con 1668 punti. Le classi vincitrici avrebbero dovuto ricevere in premio la possibilità di partecipare a una giornata ecologica, con visite guidate al centro di raccolta a Putignano, all’impianto di selezione della carta e all’impianto di trattamento dell’organico di Geofor a Pontedera, eventi purtroppo annullati e che verranno recuperati durante il prossimo anno scolastico.

Questi i plessi vincitori delle panchine in plastica riciclata ottenute grazie alla raccolta del multimateriale leggero, un arredo concreto, utile e duraturo nel tempo a dimostrazione dell’importanza di fare una corretta differenziata: come da Regolamento, il Plesso primo classificato, in questo caso il Moretti (I.C. Gamerra) riceverà 3 panchine di materiale riciclato. Il plesso Biagi (I.C. Toniolo), secondo classificato, riceverà 2 panchine, così come il terzo classificato, N.Pisano (I.C. Fibonacci).

I plessi classificatisi dalla quarta alla undicesima posizione, ossia Chiesa, Sauro, Don Milani, Viviani, Baracca, Zerboglio, Genovesi e Lorenzini, riceveranno una panchina ciascuno. Gli alunni del Plesso Battisti, avendo comunque accumulato nel suo complesso 3848 punti, riceveranno comunque simbolicamente delle risme di carta riciclata,  non appena sarà possibile effettuare la consegna.  I Plessi Newberry, Gambini e Toti, pur avendo partecipato alla prima fase del Progetto Scarty, non hanno accumulato alcun punteggio all’interno del concorso “Comportamenti virtuosi”.

La classifica generale è consultabile al link: http://www.geofor.it/fileadmin/SCUOLA/CLASSIFICA_PLESSO_GEN_5.pdf, mentre la classifica suddivisa per classi è al link http://www.geofor.it/fileadmin/SCUOLA/CLASSIFICA_CLASSE_GEN_5.pdf.

Nella foto l'assessore Bedini con il rappresentante di Geofor sulla panchina in materiale riciclato che le scuole riceveraano in premio a settembre.

Ultima modifica: 15/06/2020 16:38