Comune di Pisa

Rete civica pisana

Allerta meteo rossa per rischio idraulico relativo all'Arno

Chiuse per la giornata di lunedì scuole, università e uffici chiusi lunedì. Riaperti lungarni e attività commerciali dalle 12

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Aggiornamento ore 12.00

Riaperti al traffico i lungarni del tratto cittadino e i ponti compresi (Ponte di Mezzo, della Fortezza, Cittadella e Soferino).

Riaperte anche le attività commerciali a partire dalle ore 12

Aggiornamento ore 9.30 

Passata senza procurare danni l'ondata di piena dell'Arno che ha tenuto con il fiato sospeso la città tutta la notte. Restano comunque chiusi, oggi, scuole, università, ma anche altri uffici privati aperti al pubblico come banche e uffici postali. Le attività commerciali restano chiuse fino alle ore 12.00. Il livello del fiume, secondo la Protezione civile comunale, è in lievissimo ma progressivo calo anche se resta sopra il secondo livello di guardia a 4,76 metri. Al picco della piena era 4,84 metri. Il dispositivo di sicurezza predisposto ieri con le paratie fissate lungo le spallette in tutto il centro cittadino rende più tranquilla la situazione generale. In mattinata sulla città sono previste piogge anche intense che però non dovrebbero influire sulla portata del fiume.

Le notizie dopo il briefing delle 21.30

Piena dell'Arno in passaggio, livello del fiume in fase di stabilizzazione intorno a 4,76 m. La situazione, esaminata dopo l'ultimo briefing delle 21.30, non sembra destare ulteriori emergenze, secondo le previsioni dei tecnici la piena in arrivo dovrebbe essere contenuta dalle spallette dell’Arno in città. Il livello dell'Arno sarà monitorato per tutta la notte. Domattina alle ore 8.30 nuovo briefing delle istituzioni in Prefettura.

Le misure di sicurezza dopo il briefing delle 18

Per motivi di sicurezza è stata disposta la chiusura al traffico veicolare e pedonale dei ponti cittadini sull'Arno. Sono stati chiusi in via precauzionale Ponte di Mezzo, Ponte della Fortezza, Ponte della Cittadella e Solferino, mentre rimangono aperti al traffico veicolare il Ponte dell'Aurelia, Ponte alle Bocchette, Ponte della Vittoria e quello del Cep. Il livello dell'Arno ha raggiunto ora il secondo livello di guardia (4,50 m) ma la Protezione Civile ha previsto l’arrivo dell'ondata di piena a partire dalle 10 di stasera. Il Sindaco di Pisa rinnova l’invito ai cittadini a non recarsi vicino al fiume e rimanere a casa per la serata.

Prosegue l’allerta meteo rossa per rischio idraulico dell’Arno fino alle 23.59 di lunedì; allerta meteo gialla per pioggia e temporali fino alle 23.59 di lunedì e per mareggiate fino alle ore 6 di lunedì. Confermate le chiusure di tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nido e università di tutto il territorio comunale, oltre alla chiusura delle attività commerciali e uffici pubblici del territorio comunale, eccetto il litorale.

La Protezione Civile ha innalzato la critictà dell'allerta meteo a codice rosso per tutto il basso Valdarno per quanto riguarda il rischio idraulico relativo all'Arno fino alle ore 23:59 di lunedì.

Notizie ore 13

Stamani alle ore 12 si è tenuta la conferenza stampa per aggiornare sull’allerta meteo relativa al rischio idraulico dell’Arno. La Protezione Civile ha innalzato, a partire dalle ore 13, il livello di criticità a codice rosso in tutto il basso Valdarno. Il Sindaco Conti, insieme all’assessore alla Protezione Civile Raffaele Latrofa, al responsabile della Protezione Civile Luca Padroni e al comandante della Polizia Municipale Michele Stefanelli, ha spiegato tutte le misure di sicurezza previste dal piano di Protezione Civile.

“Dopo la riunione che si è tenuta stamani alle ore 12 presso la sala operativa della Protezione Civile Provinciale con tutti gli enti del territorio – ha spiegato il sindaco Michele Conti - abbiamo deciso, in attesa del nuovo bollettino meteo che diramerà la Regione e sulla base delle informazioni in nostro possesso sul rischio idraulico, di agire precauzionalmente seguendo il piano di protezione civile comunale sul rischio Arno. Firmerò nei prossimi minuti due ordinanze, una per la chiusura delle attività commerciali a partire dalle 18,30 di oggi in tutto il territorio comunale e una per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per domani. Siamo già in contatto con le Università che disporranno le relative chiusure di rispettive sedi. Il prefetto deciderà, per competenza, la chiusura di tutti gli uffici pubblici del centro storico per la giornata di domani”.

“La situazione dell’Arno è monitorata – ha aggiunto Latrofa - e in costante evoluzione. Attualmente il livello del fiume si attesta su 3,80 m quindi ha superato il primo livello di guardia ed è previsto in progressivo aumento. La probabile ondata di piena è prevista dopo le 19 con picco massimo intorno alle una di notte, che dovrebbe arrivare poco oltre il secondo livello di guardia. Per questo invitiamo la popolazione a non muoversi per raggiungere il centro di Pisa, ridurre al minimo gli spostamenti se non strettamente necessari, in modo da permettere ai mezzi di soccorso di muoversi senza problemi. In previsione c’è la possibilità di chiudere tutti i ponti di Pisa anche per transito dei pedoni”.

“Nel pomeriggio verrà aperto lo scolmatore – ha concluso Conti -. La macchina della Protezione Civile sta lavorando a pieno ritmo, in sinergia con tutti gli enti del territorio, ma chiediamo a tutti i cittadini di rimanere a casa per non creare disagi sulle strade. Oggi pomeriggio alle ore 15.00 abbiamo un’altra riunione con la Prefettura e forniremo ulteriori aggiornamenti sulla situazione”.

Domenica 17 novembre, ore 7.30

Si è svolta in Prefettura alle 6.00 di stamani la riunione del Centro coordinamento soccorsi provinciale, durante la quale è stato disposto l’avvio, in via precauzionale, di alcune delle misure previste dal piano di protezione civile per fronteggiare l’eventuale piena dell’Arno, che i modelli prevedono per la città di Pisa nel periodo compreso fra il tardo pomeriggio e la sera.

Squadre operative del Genio Civile hanno dato indicazioni per il ritiro dei materiali (ritti, panconcelli e sacchini), utili a rinforzare le spallette sui lungarni in città, ai militari della Brigata Paracadutisti Folgore, in particolare del Reggimento Logistico e del Centro Addestramento Paracadutismo. Saranno circa 170 i militari impiegati per le operazioni di montaggio che sono partite alle prime luci dell’alba e andranno avanti per tutta la giornata con l’ausilio di squadre dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e delle associazioni di volontariato.

I mezzi dell’esercito sono al lavoro per il ritiro dei materiali allocati nei tre magazzini idraulici, tutti dislocati nelle vicinanze dei lungarni (discesa Sorta, lungarno Guadalongo, Piazza San Paolo a Ripa d’Arno). Per permettere le operazioni di montaggio dalle 7.30, progressivamente, saranno chiuse al traffico veicolare tutte le strade nell’anello dei lungarni compreso fra il ponte Solferino e il ponte della Cittadella. La situazione del fiume è costantemente monitorata dalle autorità competenti e non è esclusa l’attivazione dello scolmatore nel corso della giornata.

Sabato 16 novembre, ore 17.00

La Protezione Civile ha emesso un'allerta meteo di criticità Arancione per Pioggia e Temporali forti dalle ore 18 di oggi, sabato, fino alle 12 di domenica; a seguire allerta Arancione per rischio idraulico, anche per il fiume Arno, per la giornata di domenica.

Per quanto riguarda il rischio idraulico relativo all'Arno, la Protezione Civile, il Genio Civile e la Prefettura di Pisa seguiranno fin da oggi l'evolversi della situazione e disporre eventuali misure di sicurezza da adottare in vista del probabile passaggio della piena dell'Arno, prevista dal pomeriggio di domenica.

Il sito web del Comune di Pisa sarà costantemente aggiornato per fornire informazioni sull'evolversi della situazione.

Previsione fino alle 24 di domani (Bollettino di vigilanza meteoreologica regionale):

PIOGGIA: oggi, sabato, dal pomeriggio precipitazioni a partire dalle zone meridionali in estensione a tutta la regione tra la sera e la notte, in serata le precipitazioni potranno assumere carattere di forte intensità sulle zone meridionali, anche localmente con temporali forti e persistenti. Domani, domenica, fino alla mattina precipitazioni persistenti su gran parte della regione, localmente di forte intensità sulle zone centro-meridionali; dal pomeriggio generale attenuazione dei fenomeni, che diventeranno più sparsi e occasionali.
Cumulati previsti: sulle zone meridionali medi sui 60-80, massimi localmente anche superiori a 100 mm, possibile intensità oraria elevata o molto elevata nella notte (superiori a 30-40 mm/1h). Sulle restanti zone medi sui 30-60 mm (con i valori più alti sui rilievi), massimi 60-80 mm, localmente superiori sui rilievi, intensità orarie fino a 20-30 mm.
TEMPORALI: oggi, sabato, dal pomeriggio-sera possibilità di forti temporali sulle zone meridionali. Domani, domenica, possibilità di forti temporali fino a tutta la mattina su tutta la regione, più probabili sulle zone centro-meridionali.
VENTO: oggi, sabato, dal pomeriggio-sera rapido aumento del vento sulle zone meridionali con forti raffiche. Domani, domenica, vento forte su tutta la regione.
MARE: oggi, sabato, dal pomeriggio-sera rapido aumento del moto ondoso sulla costa meridionale e sull'Arcipelago. Domani, domenica, mare in aumento anche sulla costa settentrionale.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Ultima modifica: 19/11/2019 13:07