Comune di Pisa

Rete civica pisana

"Prima del Teatro", la scuola si farà anche nel 2019. Fondamentale contributo del Comune

 

Michele Conti: ««Auspichiamo coordinamento con le importanti realtà del territorio»

Dal 1994 San Miniato ospita “Prima del Teatro”, la Scuola Europea per l’Arte dell’Attore. Quest’anno la 35^ edizione si svolgerà dal 5 al 30 luglio, grazie a un contributo straordinario del Comune di Pisa che ne ha evitato l’annullamento. Per quanti intendano partecipare a breve sarà pubblicato il bando di selezione ma possono scrivere a primateatro@teatrodipisa.pi.it . Complessivamente saranno 210 le persone che parteciperanno alla prossima edizione tra docenti, allievi, scrittori, attori, coreografi, interpreti e staff.

«L’iniziativa “Prima del Teatro” ha rischiato di saltare nonostante negli anni sia diventata un appuntamento centrale in Europa per il mondo del teatro in particolare e più in generale per la cultura». Così il sindaco di Pisa Michele Conti. «Quando è stato richiesto l’intervento del Comune di Pisa per sopperire al mancato contributo del Comune di San Miniato abbiamo deciso come Amministrazione di coprire il mancato finanziamento perché siamo convinti che la Fondazione Teatro di Pisa possa continuare a dare il suo contributo in termini di formazione a chi vuole fare teatro, docenti, attori, scrittori e quanti lavorano a vario titolo nel settore. A quanti, infine, accusano il centro destra e la maggioranza che sostiene questa Amministrazione di non essere attenti ai temi della cultura, rispondiamo con fatti concreti e auspichiamo che si crei in tempi rapidi un coordinamento tra le importanti realtà teatrali del nostro territorio, dal Verdi di Pisa al Pucciniano di Torre del Lago alla Versiliana, al Politeama di Cascina al Giglio di Lucca al Goldoni di Livorno, per collaborare finalmente insieme e dare risposte di grande qualità, in grado di razionalizzare costi e ridurre le spese».

«Un grazie al sindaco di Pisa che ha permesso di far proseguire questa straordinaria esperienza di formazione - ha detto la presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione Teatro di Pisa, Patrizia Paoletti Tangheroni -. Sarebbe stato inaccettabile l’interruzione di questa tradizione con scuole teatrali che da tutta Europa “invadono” gioiosamente il centro storico di San Miniato con le loro iniziative. “Prima del Teatro” è, infatti, un appuntamento prestigioso perché forma ragazzi e formatori e sperimenta nuove didattiche per il teatro. Noi crediamo che la cultura debba avere la possibilità di una programmazione e pertanto in merito al progetto “Prima del Teatro” lavoreremo per definire convenzioni, almeno triennali, in grado di pianificare attività e contenuti e garantire che il progetto possa trovarsi ai tavoli europei al pari delle altre scuole internazionali».

Luca Biagiotti, responsabile del settore formazione del Teatro Verdi: «“Prima del Teatro” è un’altra realtà di alta formazione che può vantare la città di Pisa. Possiamo, infatti, dire che nel campo del teatro le migliori realtà europee si danno appuntamento ogni anno nel nostro territorio per confrontare stili e tecniche teatrale diverse tra loro e lo insegnano a giovani provenienti da ogni parte d’Europa».

COSA È “PRIMA DEL TEATRO” “Prima del Teatro” è l’unico luogo, in tutta Europa, dove alcune tra le maggiori accademie e scuole di teatro europee si trovano, essenzialmente, per insegnare ed imparare allo stesso tempo. Consiste di laboratori teatrali e di scrittura a carattere nazionale ed internazionale di altissima specializzazione, nei quali studenti e docenti provenienti dalle diverse scuole si incontrano per apprendere stili e tecniche di lavoro che non hanno possibilità di incontrare nelle loro realtà nazionali. Il senso del titolo, “Prima del Teatro”, sta nel fatto che questo evento è interamente dedicato alla pedagogia innovativa svincolata dalla pressione di terminare con un esito spettacolare. Le tre settimane di laboratorio vengono così interamente dedicate all’apprendimento, alla ricerca alla sperimentazione. I laboratori sono aperti ad attori registi, drammaturghi, pedagoghi. Sia allievi che professionisti in cerca di aggiornamento.

UNA NUOVA PRESENZA: ENTREPRENUERSHIP IN ART Per il 2019 è prevista, all’interno di “Prima del Teatro”, la realizzazione di un laboratorio, frutto di un lavoro biennale di collaborazione tra 6 scuole europee e la Fondazione Teatro di Pisa. Il Laboratorio è finanziato dai fondi Erasmus Plus e si integra con “Prima del Teatro”. In questo progetto ambizioso professionisti e giovani artisti, amministratori e tecnici, si incontrano, dopo aver preso parte a seminari più ridotti in tutta Europa, per riflettere su un nuovo modello di pedagogia in campo artistico, che modificherà radicalmente il modo di concepire una scuola di arti dal vivo.

CHI PARTECIPA Partecipano alla edizione 2019 dal 5 al 30 luglio 12 scuole e accademie di teatro da nove differenti Paesi europei:

  • Guildhall School of Music and Drama (Londra)
  • Ecole Nationale Superieure ENSATT (Lione)
  • Institut National INSAS (Bruxelles)
  • Accademia dei Filodrammatici (Milano)
  • Danish National School of Performing Arts (Copenaghen)
  • Univeristat der Kunste (Berlino)
  • Hochschule fur Musik und Theater (Amburgo)
  • Accademia “La Cometa” (Roma)
  • Institut del Teatre (Barcellona)
  • Ecole du TNS (Strasburgo)
  • Lithuanian Academy (Vilnius)
  • Istituto Politecnico (Lisbona).

IL PROGRAMMA IN SINTESI: Il titolo di Prima del Teatro 2019 è “The Story I need to tell”. Quest’anno prima del teatro avrà 10 laboratori: 4 internazionali, 1 laboratorio propedeutico, 4 laboratori di scrittura e 1 laboratorio dedicato all’imprenditorialità nell’arte.

I 4 laboratori internazionali:

  • “Carpark romances” tenuto da Eliot Shrimpton (Guildhall) e Charlotte Munksoe (Copenaghen) 14 – 30 luglio;
  • “Appunti per un naufragio” tenuto da Roberto Romei (Barcellona) e Francesco Villano (Roma) 14 – 30 luglio;
  • “Racconti e messa in gioco di storie vissute. Dall’intervista autobiografica alla creazione teatrale” tenuto da Maria Grazia Agricola (Torino) e Duccio Bellugi Vannuccini (Parigi) 14 – 30 luglio;
  • “laboratorio da definire” 14 – 30 luglio.

 Il laboratorio nazionale:

  • “Il Fiore dell’Attore”, aperto a giovani che intendono iniziare un percorso pedagogico nelle accademie di teatro. Tenuto da Mauro Pasqualini (Pisa) e un secondo docente da definire, 14 – 30 luglio.

Il percorso di scrittura sarà dedicato alle voci femminili e sarà tenuto da docenti del Teatro di Pisa e da due professionisti esterni. Sarà strutturato su tre laboratori che poi potranno avere anche un esito invernale a Pisa.

Una parte dei corsi di “Prima del Teatro” è aperta ad allievi a concorso. Vengono ammessi a Prima del Teatro tramite selezione. Si accede alla selezione compilando una domanda che sarà allegata al bando. Il Bando è di prossima pubblicazione.

Ultima modifica: 22/05/2019 09:57