[ Itinerari ]                                                                                                                                                                               [   Home Page  ]

1-A.jpg (5846 byte)

Partendo dalla Chiesa romanica (sec. XI) della Pieve di Calci, che raccoglie notevoli opere quali un Fonte Battesimale in monolite di marmo di S. Giuliano Terme, bassorilevato dalla scuola del Biduino (sec. XIII), si prosegue per alcuni tratti residui di vecchie strade fino all'incrocio fra via Ruschi con il torrente Zambra in Loc. Ponte Grande, già sede dell'antica casa comunale. Inerpicandosi tra gli oliveti, in un vecchio sentiero massicciato, si raggiunge la prima borgata de "Il Colle", luogo di nascita del pittore 'Giunta Pisano', e si presegue per l'altra antica comunità rurale di Villa, intravedendo la Chiesa parrocchiale del S.S.Salvatore. Da Villa uscendo dal percorso 1.A , si può, seguendo l'indicazione di raccordo (R) raggiungere Castelmaggiore; continuando però il nostro percorso ci portiamo in Loc. "Par di Rota" dal quale si può osservare un ampio panorama oltre che sulla pianura pisana, del Monte Verruca con alle sue pendici di sinistra la Certosa e di destra della torretta di caprona ove combattè Dante Alighieri. Prima di scendere a valle, attraversando oliveti e pinete c'è la possibilità di raccordarsi al percorso 4.D (La Foce); proseguendo invece per il nostro percorso (1) si ritorna alla Pieve di Calci.

Percorso 1 A.jpg (10276 byte)