Comune di Pisa

Rete civica pisana

Immigrazione

Il procedimento amministrativo per il rilascio di attestazioni per gli alloggi privati ai fini di immigrazione è di competenza dell'Ufficio Edilizia Privata.

L'Ufficio Controllo Edilizio valuta le caratteristiche degli alloggi.

Il sopralluogo verrà effettuato solo nei casi in cui non è possibile ricavare le caratteristiche dell'alloggio dalla documentazione in possesso dell'Amministrazione o a campione per verificare la veridicità dei dati forniti.

Per "RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE" e "CONTRATTO DI SOGGIORNO"
le certificazioni sono rilasciate per quanto stabilito dal DM 5/0775:

  • L'altezza minima interna utile dei locali adibiti ad abitazione è fissata in m. 2,70, riducibili a m. 2,40 per i corridoi, i disimpegni in genere, i bagni, i gabinetti ed i ripostigli;
  • Per ogni abitante deve essere assicurata una superficie abitabile non inferiore a mq. 14, per i primi 4 abitanti, e mq. 10, per ciascuno dei successivi. Le stanze da letto debbono avere una superficie minima di mq. 9, se per una persona, e di mq. 14, se per due persone. Ogni alloggio deve essere dotato di una stanza di soggiorno di almeno mq. 14. Le stanze da letto, il soggiorno e la cucina debbono essere provvisti di finestra apribile;
  • L'alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a mq. 28, e non inferiore a mq. 38, se per due persone;
  • Gli alloggi debbono essere dotati di impianti di riscaldamento ove le condizioni climatiche lo richiedano. Le pareti non debbono presentare tracce di condensazione permanente;
  • La superficie finestrata apribile non dovrà essere inferiore a 1/8 della superficie del pavimento;
  • Quando le caratteristiche tipologiche degli alloggi diano luogo a condizioni che non consentano di fruire di ventilazione naturale, si dovrà ricorrere alla ventilazione meccanica centralizzata immettendo aria opportunamente captata e con requisiti igienici confacenti. È comunque da assicurare, in ogni caso, l'aspirazione di fumi, vapori ed esalazioni nei punti di produzione (cucine, gabinetti, ecc.) prima che si diffondano;
  • Per ciascuno alloggio, almeno una stanza da bagno deve essere dotata dei seguenti impianti igienici: vaso, bidet, vasca da bagno o doccia, lavabo;
  • I materiali utilizzati per le costruzioni di alloggi e la loro messa in opera debbono garantire un'adeguata protezione acustica agli ambienti.

Per "CARTA DI SOGGIORNO"
La certificazione è rilasciata con i parametri regionali per l'edilizia residenziale pubblica così come precisati con delibera di giunta regionale n.700 del 04/07/05:

  • Il parametro minimo per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica è quello determinato ai sensi dell’art. 13, comma 5, della legge regionale 20 dicembre 1996 n. 96 in non oltre due persone a vano utile, salvo particolari situazioni da motivare;
  • Secondo quanto stabilito al punto b-2 della Tabella B, allegata alla LRT 96/96, per vano utile si intendono tutti i vani dell’alloggio, esclusa la cucina, quando la stessa risulti inferiore a mq. 14, e i servizi così come definiti dal D.M. 5 luglio 1975.
Ultima modifica: 02/02/2016 09:16