Comune di Pisa

Rete civica pisana

Accesso ai documenti

english_25English 
espaol_24Español
francia_25Français

 

  



Il Diritto di Accesso consente di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi detenuti dal Comune.
Lo possono esercitare tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale collegato ad una situazione che sia giuridicamente tutelata e connessa al documento oggetto di richiesta di accesso.


La domanda può esser presentata: dal diretto Interessato (proprietario immobile, confinante, intestatario, ecc) , da un suo delegato (legale rappresentante-difensore, procuratore, tutore, tecnico incaricato, ecc).

La delega, con copia del documento di identità del delegante, deve essere allegata alla richiesta.

Il cittadino può richiedere: la visione, il rilascio di copia semplice di atti e documenti amministrativi (pagando le spese di riproduzione), il rilascio di copia conforme di atti e documenti amministrativi (pagando l'imposta di bollo e le spese di riproduzione). Per le spese di diritti di copia viene  rilasciata ricevuta non fiscale. 

N.B. Gli atti rogati o autenticati dal Segretario Generale devono essere rilasciati in copia autentica, soggetta all’imposta di bollo (art. 69 L. n°89 del 1913, art. 1 Parte I All. A al D.P.R. n° 642 del 1972)

 

Modalità di Presentazione:

Il modulo una volta compilato in ogni sua parte può essere presentato:

La risposta può essere immediata, se si tratta di documenti disponibili presso l'URP o entro un tempo massimo di 30 giorni quando il documento richiesto sia presso un altro ufficio.
Presso l'URP sono disponibili la copia dello statuto comunale, il regolamento sull'accesso ai documenti e alle informazioni, i regolamenti del Comune e materiale illustrativo.

NB: alla domanda, se non presentata personalmente,  deve essere allegato sempre la copia di un documento d’identità in corso di validità.

 

Ricerca storica d’Archivio per Pratiche Edilizie:

Per le pratiche edilizie, in assenza di dati identificativi (numero / protocollo e anno di riferimento) è previsto il pagamento dei costi di ricerca storica che ammonta a € 32,00 per ricerche ogni 5 anni indicando i possibili intestatari delle pratiche.

Modalità di pagamento:

  • Con bonifico bancario su:

c/c bancario intestato a "Comune di Pisa - servizio tesoreria"c/o la Banca di Pisa e Fornacette: IBAN: IT96B0856270910000010624856; 

c/c postale intestato a "Comune di Pisa - servizio tesoreria":IBAN: IT29V0760114000000013459565.

oppure 

  • con bollettino  su c/c postale intestato a "Comune di Pisa - servizio tesoreria":13459565.

Causale: Ricerche d'archivio

NB: La ricevuta di versamento deve essere allegata alla richiesta di accesso documenti al momento della presentazione

Ultima modifica: 15/03/2018 15:53