Comune di Pisa

Rete civica pisana

Agevolazioni tariffarie

Gli elettori iscritti nelle liste elettorali del comune di Pisa abitanti nel territorio nazionale e quelli residenti all’estero che si recheranno a votare il prossimo 10 giugno 2018 a Pisa, potranno usufruire di alcune agevolazioni di viaggio applicate da enti o società che gestiscono i relativi servizi di trasporto.

Per il dettaglio di tali agevolazioni, si rinvia alla Circolare della Prefettura – Ufficio Territoriale di Pisa prot. n. 2301/18 del 19 maggio 2018  disponibile nella sezione download.


MODALITA’

Per usufruire delle agevolazioni collegate allo svolgimento delle consultazioni elettorali, il cittadino deve dimostrare di effettuare il viaggio per recarsi a votare; pertanto il viaggio si dovrà svolgere entro i tempi  indicati dal Ministero dell'Interno. Le disposizioni cambiano per gli elettori che si trovano in Italia e per quelli residenti all’Estero

In genere, sono previste agevolazioni diversificate per i viaggi ferroviari e  via mare, alcune agevolazioni per l'acquisto di biglietti aerei e per il pedaggio autostradale, tutte soggette a specifiche condizioni e limitazioni che sono esplicitate nella Circolare Prefettizia Ufficio territoriale del Governo di Pisa


Biglietti per elettori residenti nel territorio nazionale. Il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 1 giugno e quello di ritorno oltre il 20 giugno.

Per il turno di ballottaggio di domenica 24 giugno, il viaggio id andata non può essere effettuato prima  del 15 giugno e quello di ritorno oltre il 4 luglio. 

Biglietti per elettori residenti all’estero. il viaggio di andata non può essere effettuato al massimo un mese prima del giorno di apertura dei seggi e quello di ritorno al massimo un mese dopo la chiusura dei seggi.


L'elettore dovrà presentare, oltre ad un documento di identità valido:

• in occasione del viaggio di andata: la tessera elettorale o la cartolina-avviso o la dichiarazione del Consolato Italiano attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia  per esercitare il diritto di voto; solo per i cittadini residenti nel territorio nazionale, è possibile esibire  ( al personale di stazione e non a quello di bordo) una autodichiarazione in luogo della tessera elettorale;
• in occasione del viaggio di ritorno: la tessera elettorale regolarmente vidimata con il bollo della sezione e la data della votazione o, in mancanza, una dichiarazione del presidente del seggio che attesti l'avvenuta votazione.

Ultima modifica: 22/05/2018 14:54