Comune di Pisa

Rete civica pisana

Verifiche inquinamento acustico

Cosa bisogna fare / Descrizione:

l cittadino che ritenga di essere danneggiato da fonti di inquinamento acustico prodotto da soggetti titolari di opere o impianti potenzialmente rumorosi,  possono presentare un'istanza al Comune di Pisa, Ufficio Ambiente, U.O. Aria.

a) Per e-mail con PEC:comune.pisa@postacert.toscana.it

b) Direttamente all'Ufficio U.R.P (Ufficio Relazioni con il Pubblico) via Lungarno G. Galilei n. 43-Pisa.
Orario di apertura: da Lunedí mattina a Venerdí mattina dalle ore 8.30 alle 12.30 – Martedí e Giovedí pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00

c) Per posta, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento, indirizzata all'Ufficio Protocollo Generale via Lungarno G. Galilei n. 42 - Pisa.

L'Ufficio valuta se è opportuno l’invio dell’esposto ad altri Enti per le opportune verifiche di competenza.

In base alla documentazione in possesso dell’Ufficio, l’esposto potrà essere inviato ad altri enti per le opportune verifiche. Successivamente, il Comune decide se emettere o meno un’ordinanza nei confronti del responsabile dell’inquinamento acustico.

A chi rivolgersi per avere informazioni e presentare e seguire la pratica:

U.O. Aria

Franco Piccirilli
Tel.050.910627
e-mail:f.piccirilli@comune.pisa.it
PEC:comune.pisa@postacert.toscana.it

Direzione: Direzione Piano strutturale - Politiche della casa - Edilizia privata - Ambiente
Chi e il Responsabile:

Ufficio Ambiente

Responsabile P.O. dr. geol. Redini Marco

m.redini@comune.pisa.it

Quali Moduli Bisogna Utilizzare:

modulistica per l'inoltro dell'esposto

URL dei moduli: Vai al link
Cosa bisogna allegare al modulo:

Documentazione a supporto dell'esposto

Cosa rilascia il Comune:

Comunicazione di risposta al cittadino in caso di non superamento dei limiti imposti dalla legge da parte della fonte di rumore;

ordinanza verso il titolare della fonte di rumore, nel caso di superamento dei limiti imposti dalla legge.

Cosa posso fare se il Comune non risponde nei termini:

Ricorso al TAR da parte del cittadino entro 60 giorni dall’emanazione del provvedimento finale

Ricorso al Presidente della Repubblica da parte del cittadino entro 120 giorni dall’emanazione del provvedimento finale

norme da applicare:

Legge 447/1995 “ Legge quadro inquinamento acustico”
DPCM 14/11/1997 “ Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore
Delibera Consiglio Regionale 77/2000 “Definizione dei criteri e degli indirizzi della pianificazione degli enti locali ai sensi dell'art.2 della L.R. n.89/1998 - Norme in materia di inquinamento acustico”
DPGR 2R 08/01/2014 “”Regolamento regionale di attuazione ai sensi dell'art. 2 comma 1 della legge regionale 89/1998”

Ultima modifica: 13/12/2018 11:55