Comune di Pisa

Rete civica pisana

Aspettando la Stagione di Danza al Verdi

La presentazione-aperitivo a cura di Silvia Poletti

 10 novembre 2018

Dopo il successo degli incontri di danza nelle passate stagioni, il percorso continua con un nuovo ciclo, affidato sempre alla cura di Silvia Poletti, giornalista e critico di danza per Corriere Fiorentino/CdS, e magazine specializzati italiani (Danza & Danza, Delteatro.it) e stranieri (TanzDance InternationalDance Magazine). Per i principali festival e teatri italiani e internazionali cura saggi e conferenze sul teatro di danza. In qualità di docente di Storia della Danza ha tenuto seminari e corsi all’Università di Urbino Carlo Bo, Università di Venezia Cà Foscari, Università di Siena, Università di Firenze. Membro della commissione consultiva per la danza del Ministero dei Beni e Attività Culturali nel biennio 2008/2009. Tra le varie attività editoriali ha pubblicato la monografia John Neumeier (Palermo 2004), Kylian/Ek/Neumeier (Reggio Emilia 2006) ed è tra gli autori di Storia della Danza Italiana (Torino 2011).

Il primo appuntamento, sabato 10 novembre alle ore 11, nella Cantinetta del Teatro Verdi sarà proprio una vera e propria presentazione dedicata alla prossima Stagione di Danza 2018/19, con un particolare sguardo al titolo d’apertura, Paquita.

Un approfondimento, introdotto dal direttore artistico Silvano Patacca, rivolto agli appassionati dell’arte tersicorea e non solo, con lo scopo di sviluppare una serie di riflessioni prendendo spunto dagli spettacoli in calendario da novembre a marzo prossimo. Cinque proposte che spaziano dalla danza classica, al contemporano e alla giovane danza d’autore, per rendere più invitante la partecipazione di un pubblico ampio e differenziato. E anche una specie di “visita guidata” a Paquita, attraverso le molteplici e celebri riletture di questo titolo classico realizzate da autori italiani e stranieri, resa più suggestiva da proiezioni video, immagini e musiche che hanno fatto la storia della più eterea e inafferrabile delle arti. Di ambientazione spagnola, il balletto narra l'amore contrastato di un soldato francese per una giovane zingara. Scoperte le nobili origini di lei, i due potranno convolare a giuste nozze.

Paquita venne rappresentato per la prima volta a Parigi al Teatro dell'Académie Royale de Musique nel 1846, interpreti principali furono Lucien Petipa e Carlotta Grisi, su coreografia di Joseph Mazilier e musica di Edouard Deldevez. Nel 1847 il grande coreografo Marius Petipa decise di riallestirlo completamente al Teatro di S. Pietroburgo in Russia, aggiungendo in seguito anche nuove partiture musicali composte da Léon Minkus insieme ad altre coreografie come il Grand Pas e il Pas de Trois nel primo atto, oggi considerati “pezzi virtuosistici” fra i più importanti nelle maggiori compagnie internazionali, La Polonaise La Mazurka dei bambini.

L’ingresso è libero; in chiusura, aperitivo offerto dalla Fondazione Teatro di Pisa a tutti i partecipanti.

Per maggiori informazioni tel 050 941 111 e www.teatrodipisa.pi.it

Ultima modifica: 08/11/2018 11:30