logo istituto comprensivo Fibonacci
logo del Centro
centro territoriale permanente  

Che cos'è
Nel 1997 il Ministero della Pubblica Istruzione ha dato vita a questa nuova struttura per l'educazione degli adulti, caratterizzandola come "luogo di lettura dei bisogni formativi", "luogo di progettazione e concertazione delle iniziative di istruzione e formazione tra soggetti pubblici e privati" e, infine, come "luogo di coordinamento delle offerte formative sul territorio". Una struttura che dovrebbe svilupparsi integrando la scuola di stato, la formazione professionale e i servizi territoriali, per offrire attività culturali, di formazione, di orientamento a quei cittadini che intendono rientrare in un percorso di studio, di crescita personale e professionale

Il Centro Territoriale Permanente è il punto di riferimento per tutti gli adulti che, in qualsiasi momento e a qualunque età, sentano il bisogno di rientrare in un percorso di riconversione e di istruzione che permetta loro di migliorare la qualità della vita.
Possono iscriversi ai corsi cittadini italiani e stranieri, con o senza titolo di studio, che intendano rientrare nei percorsi di istruzione e formazione:
• Stranieri bisognosi di apprendere o perfezionare la lingua italiana
• Utenti già in possesso di licenza media, ma interessati ad approfondimenti culturali
• Lavoratori bisognosi di riqualificazione
• Utenti interessati all’alfabetizzazione informatica
• Utenti interessati al conseguimento della Patente Europea (EDCL)
• Adulti interessati allo studio della lingua inglese e di altre lingue.

Coordinatore del Centro è il Dirigente Scolastico, Capo d’Istituto
Il Centro si avvale dei docenti nominati dal Centro dei Servizi Amministrativi, di docenti di altri istituti, di operatori specializzati e di volontari qualificati con competenze professionali specifiche.


RISORSE FINANZIARIE
Il CTP utilizza risorse finanziarie provenienti
• dal Ministero dell' Istruzione dell'Università e della Ricerca,
• dalla Provincia,
• dal Comune di Pisa
• dalla Comunità Europea (Fondo Sociale) attraverso la Regione Toscana

RIFERIMENTI NORMATIVI

1-Direttiva n22 del 06/02/2001
2-Documenti contrattuali: stralci
3- Direttiva Ministeriale n. 175 del 28 giugno 2000
4- Accordo tra Governo, regioni, province, comuni e comunità montane, per riorganizzare e potenziare l'educazione permanente degli adulti ( 2 marzo 2000 )
5- Accordo EDA
6- Patto sociale per lo sviluppo e l'occupazione ( 22 dicembre 1998 ) Allegato 3: Gli interventi nel campo del sistema integrato di istruzione, formazione e ricerca
7- Direttiva n. 252 del 29 maggio 1998: Utilizzazione, per l'anno 1998, delle disponibilità finanziarie del "Fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi"
8- Decreto ministero del lavoro, 8 aprile 1998: "Disposizioni concernenti i contenuti formativi delle attività di formazione degli apprendisti"
9- Decreto legislativo n. 112 del 31 marzo 1998 ( artt. 135-139 ): "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59"
10- Legge n. 440 del 18 dicembre 1997: Istituzione del Fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi
11- Ordinanza ministeriale n. 455 del 29 luglio 1997: Educazione in età adulta - Istruzione e formazione
12- Dichiarazione finale della quinta conferenza internazionale sull'educazione degli adulti Amburgo 14 - 18 luglio 1997 )
13- Legge n. 196 del 24 giugno 1997 ( articoli 16, 17, 18 ): "Norme in materia di promozione dell'occupazione"
14- Legge n. 59 del 15 marzo 1997: Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa
I testi si possono scaricare dal sito:
www.istruzione.it quindi IFTS-EDA-OF

 

 

Un po' di storia

Come funziona?
A chi si rivolge?
I nostri corsi