Home Rete Civica Pisana
Rete Civica Pisana

Pisa, lungarni ieri-oggi - realizzazione grafica ufficio rete civica

 WebMail   Eventi Web    Staff Web      Ricerca per Eventi della vita      Mappa del sito                 tasto informazioni  english  francais   deutsch   espanol 
Aziende aziende ede esternalizzazioni  >Uffici preposti>conv.toscana gas calore

TOSCANA GAS  S.p.A.

GESTIONE DEL SERVIZIO CALORE 

Rep.                                                                                              Fasc.

GESTIONE DEL SERVIZIO CALORE PER EDIFICI IN USO AL COMUNE DI PISA 2004-2006

 REPUBBLICA ITALIANA

L'anno duemilaquattro (2004) e questo dì ventisei del mese di maggio in Pisa, nella sede Municipale.

Avanti a me Dr.ssa Angela Nobile Segretario Generale del Comune di Pisa e come tale autorizzata a rogare gli atti in forma pubblico-amministrativa, ai sensi dell’art.97, 3 comma, del Decreto Legislativo 18.08.2000 n. 267, sono comparsi e si sono personalmente costituiti:

- l’Arch. Marco Guerrazzi nato a Buti il 5 marzo 1956, domiciliato per la carica ove appresso, il quale interviene al presente atto non in proprio ma nella sua esclusiva qualità di Dirigente della Direzione Edilizia Pubblica e Progetti Speciali del Comune di Pisa (codice fiscale 00341620508), tale nominato dal Sindaco con atto n. 18 del 2 gennaio 2004 e che agisce e si impegna, ai sensi dell'art. 107, 3°comma, D. Lgs. 18.08.2000 n. 267 e dall’art. 7 del Regolamento Comunale dei Contratti ed in esecuzione della determinazione n. 2216 del 23.12.2003, che si unisce al presente atto quale allegato contrassegnato dalla lettera A) per farne sua parte integrante e sostanziale;

E

- Dr. Stefano Dini nato a Pistoia il 24 giugno 1952, domiciliato per la carica ove appresso, il quale interviene al presente atto non in proprio, ma in rappresentanza della società "TOSCANA GAS  S.p.A.” con sede in Pisa, Via Bellatalla, 1 frazione Ospedaletto, iscritta al Registro delle imprese di Pisa codice fiscale e numero d'iscrizione 00347810509 in virtù di procura speciale autenticata Siciliani in data 25 maggio 2004, rep.n.561.282, che in originale allego al presente atto sotto la lettera “B”.

I Comparenti della cui identità personale io Segretario Generale sono certa rinunziando concordemente tra loro e con il mio consenso all’assistenza dei testimoni, convengono e stipulano quanto segue.

PREMESSO CHE

-          con determinazione n. DIREZ-20/2216 del 23/12/2003 del Dirigente del Servizio Impianti Tecnologici è stata affidata la gestione del servizio Calore per gli edifici in uso al Comunedi Pisa alla Società A.G.E.S. S.p.A. (Azienda Gas, Energia, Servizi), con sede in Pisa, via Bellatalla 1;

-          con atto ai rogiti del notaio Gambini del 23/02/2004 repertorio n. 48785  registrato a Pisa in data 27/02/2004 la società A.G.E.S. S.p.A. (Azienda Gas, Energia, Servizi) si è fusa nella società “TOSCANA GAS s.p.a.”.

E TUTTO CIO’ PREMESSO, i predetti comparenti, previa ratifica della narrativa che precede, la dichiarano parte integrante del presente contratto e convengono e stipulano quanto appresso

ART. 1 -OGGETTO DEL CONTRATTO

Il Comune di Pisa, di seguito denominato Comune o Amministrazione Comunale, affida alla TOSCANA GAS S.P.A., di seguito in breve “Società”, la gestione del servizio di climatizzazione degli edifici sull’intero territorio del Comune.

Il servizio di climatizzazione e gestione impianti termici degli edifici comprende:

a         la climatizzazione degli edifici come evidenziato nell’allegato C) al presente atto;

b         la produzione di acqua calda presso gli stessi edifici, ove questa sia centralizzata;

Per lo svolgimento di tale servizio la Società utilizzerà gli impianti attualmente esistenti nel Comune, con facoltà di porre in opera altre strutture.

Il servizio di climatizzazione degli edifici è effettuato nell'ambito del presente contratto secondo lo schema del ‘servizio energia’ ex art. 1) comma p) del DPR 412/93 e successive modifiche e integrazioni mediante l’erogazione di beni e di servizi necessari a mantenere le condizioni di comfort negli edifici nel rispetto delle vigenti leggi in materia di uso razionale dell’energia, di sicurezza e di salvaguardia dell’ambiente, provvedendo nel contempo al miglioramento del processo di trasformazione e di utilizzo dell’energia.

In virtù del presente atto la Società subentrerà in luogo del Comune in tutti i rapporti, sia pubblici che privati, inerenti le prestazioni di cui all’art. 5 del presente contratto, compreso l'approvvigionamento di combustibili, con esclusione dei rapporti già in corso relativi a fornitura di materiali o prestazioni.

ART. 2 - DURATA DEL CONTRATTO

La durata del presente contratto è stabilita in anni 3 (tre), decorrenti dal 1^ gennaio 2004 e con termine il 31 dicembre 2006.

Il contratto è successivamente rinnovabile mediante l’adozione di appositi atti, previa intesa fra le parti nel rispetto delle normative vigenti, salvo richiesta di modifica o di adeguamento delle clausole contrattuali da parte di uno dei contraenti.

ART. 3 - CONSISTENZA DEGLI IMPIANTI

Al presente contratto viene allegato, a farne parte integrante e sostanziale (allegato C), un documento contenente l’elenco degli impianti oggetto di gestione, le caratteristiche tecniche, nonché la media dei consumi storici di combustibili di ciascun impianto.

ART. 4 - CONSEGNA DEGLI IMPIANTI

Gli impianti si intendono consegnati a TOSCANA GAS S.P.A. il 01.01.2004. Il Comune si obbliga a fornire tutte le informazioni in suo possesso circa gli impianti che vengono per la prima volta affidati in gestione a TOSCANA GAS S.P.A.. che si obbliga a rilasciare copia documentale di ogni qualsivoglia intervento di manutenzione straordinaria.

L’incremento della consistenza degli impianti affidati alla Società darà origine alla variazione dei corrispettivi descritta al successivo art. 9.

Allo scadere del presente contratto gli impianti si intendono riconsegnati al Comune.

ART. 5 - PRESTAZIONI FORNITE DALLA SOCIETA’

La Società si impegna ad eseguire le prestazioni di seguito elencate e descritte.

A. PRONTO INTERVENTO SU CHIAMATA

La Società assicurerà il servizio di reperibilità e pronto intervento entro sessanta minuti per fermi o guasti accidentali, nonché in casi di urgenza e pericolosità;

B. PRESIDIO PER SEGNALAZIONE GUASTI

La Società garantirà il presidio telefonico continuo, per la ricezione di segnalazioni, operante 24 ore/giorno, sia nei giorni feriali che festivi;

C. ESERCIZIO E MANUTENZIONE ORDINARIA DEGLI IMPIANTI

Relativamente agli impianti degli edifici, la Società effettuerà:

·         assunzione della funzione di Terzo Responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto termico

·         predisposizione all'accensione o all'avviamento delle apparecchiature da effettuarsi prima dell'inizio della stagione di riscaldamento/raffrescamento

·         programmazione dell'accensione, avviamento e spegnimento degli impianti termici

·         gestione, conduzione e sorveglianza tecnica degli impianti termici e di distribuzione del calore con attestazione documentale dell’impianto di distribuzione interno gli edifici ed eventuale eliminazione degli inconvenienti ( aria, acqua, rubinetti detentori,perdite)

·         controllo dell'efficienza, mediante analisi e regolazione della combustione secondo le prescrizioni delle vigenti norme legislative

·         messa a riposo delle apparecchiature da effettuarsi alla fine della stagione di riscaldamento

·         mantenimento del comfort negli ambienti

·         manutenzione ordinaria degli impianti, definita come alla norma UNI 8364 punto 2 numero 2.5.4, con impiego del personale e delle attrezzature necessarie ed opportune

·         compilazione del Libretto di Centrale o di Impianto e suoi aggiornamenti con copia documentale rilasciata all’U.T.C.

·         disbrigo delle pratiche connesse all’esercizio (visite periodiche USL, VV.F .ISPELS.)

·         Ripristino e loro funzionamento delle valvole di miscela e loro componenti

Le prestazioni sopra menzionate sono dettagliate nell’allegato D).

D. APPROVVIGIONAMENTO DI COMBUSTIBILI

La Società garantirà gli approvvigionamenti di combustibile per tutti gli impianti a partire dal 01.01.2004.

Il Comune cesserà di essere intestatario dei contratti di fornitura di combustibili relativi agli impianti gestiti, che saranno pertanto volturati, a cura della Società  ed intestati a TOSCANA GAS S.p.A., che pertanto provvederà direttamente al pagamento delle relative fatture.

Per effetto del presente contratto, la Società è autorizzata ad eseguire sugli impianti interventi finalizzati al risparmio energetico, la centralizzazione della produzione del calore per più edifici, l'implementazione della termoregolazione e la parzializzazione degli impianti di distribuzione del calore, ecc., senza che per questo alcuna pretesa di modifica delle condizioni economiche previste al successivo art. 7 possa essere avanzata dalle parti.  Detti interventi dovranno inoltre garantire il comfort ambientale previsto dalle specifiche gestionali di cui all’allegato E.

Per l'individuazione degli interventi di miglioramento del processo di trasformazione e di quello di utilizzo dell'energia e la certificazione dei risultati attesi dagli stessi la Società si potrà avvalere dell'Agenzia Energetica della Provincia di Pisa.

La Società è in ogni caso tenuta ad informare il Comune circa la natura degli interventi effettuati e riconoscerà al Comune una quota parte (1/3) del risparmio energetico ottenuto, valutato come differenza tra i consumi preventivati e quelli rilevati nelle C.T. dove è stato effettuato l’intervento

E. LAVORI DI MANUTENZIONE MIGLIORATIVI DECISI CON L’A.C.

La Toscana Gas spa si impegna ad effettuare lavori straordinari, anche su impiantistica e/o utenze non previste nell’attuale disciplinare, alle condizioni economiche che di volta in volta saranno pattuite con i competenti uffici dell’Amministrazione Comunale previa valutazione tecnico-economica del preventivo trasmesso per scritto dalla società. Il pagamento di tale tipo di intervento, autorizzato per scritto dal Comune, avverrà a consuntivo con unica rata alla fine dell’anno termico (15 Aprile ). Viene compreso l’espletamento e il disbrigo delle pratiche connesse alla messa in servizio (prevenzione incendi, pratiche ISPESL/USL, VVF, ecc.). con relative certificazioni rilasciate all’U.T.C.

L’importo a disposizione per gli interventi sopra menzionati e gestito direttamente dall’U.T.C. di Pisa è pari a € 85.457,65 (ottantacinquemila quattrocento cinquantasette,65 euro) oltre Iva al 20%, così come riportato nel quadro sottoesposto.

1.per fornitura combustibile                                          €.         680.700,00

2.servizi e manutenzione ordinaria (a,b,c)                       €.         140.680,00

3.spese telecontrollo                                                     €.          40.000,00

SOMMANO                                                                   €.         861.380,00

IVA 20%                                                                     €.         172.276.00

TOTALE                                                                       €.      1.033.656,00

4. lavori man. a disposizionedell'A.C.                             €.          85.457,65

IVA 20%                                                                     €.           17.091,53

TOTALE                                                                       €.         102.549,18

                        TOTALE GEN. ANNUO                            €.      1.136.205,18

F. OPERAZIONI NON COMPRESE TRA QUELLE INDICATE PRECEDENTEMENTE

Eventuali operazioni non comprese fra quelle indicate nei punti precedenti saranno eseguite previa autorizzazione ad intervenire rilasciata dai competenti uffici del Comune a seguito della valutazione del relativo preventivo e delle modalità operative presentate per scritto da TOSCANA GAS S.P.A.

Nel caso la Società ritenga opportuno procedere alla sostituzione di apparecchiature obsolete o ad interventi di miglioramento dell’impiantistica esistente, essa ne darà segnalazione al Comune, presentando un preventivo di spesa; l’Amministrazione Comunale deciderà caso per caso in merito all’effettuazione dell’intervento.  Nel preventivo di spesa sarà indicato il tempo necessario per l’esecuzione delle opere (giorni lavorativi, sabato escluso), che decorreranno dal giorno successivo a quello di ricevimento in Società dell’approvazione del preventivo da parte del Comune.

La Società curerà l’esecuzione e la messa in esercizio, relativamente a:

§         lavori di rifacimento di impianti esistenti;

§         lavori di realizzazione di nuovi impianti termici.

§         lavori di messa a norma di impianti esistenti per adeguamento a normative future;

Tali interventi, il cui costo sarà a completo carico del Comune, dovranno essere programmati dal Comune stesso, d’intesa con la Società, sulla base delle proprie disponibilità finanziarie.

Con le medesime modalità la Società eseguirà inoltre la ricerca e la riparazione di perdite sugli impianti di distribuzione del calore; la sostituzione di corpi radianti; la sostituzione di pompe, pressostati, valvolame, dispositivi di sicurezza, vasi di espansione; la sostituzione di scaldabagni, caldaie, bruciatori, scambiatori di calore, centraline di termoregolazione; la sostituzione di tratti di tubazioni; il rifacimento od il ripristino di coibentazioni; le azioni di adeguamento normativo – anche a seguito dell’introduzione di nuove normative -, nonché le azioni di ammodernamento e razionalizzazione degli impianti esistenti.

G         SISTEMA DI GESTIONE E MONITORAGGIO A DISTANZA- TELECONTROLLO

1)         La Società dovrà realizzare ed installare, nell’arco temporale di undici mesi, a far data dal giorno 01.01.2004 e comunque non oltre alla data di prima accensione degli impianti dell’anno termico 2004 (1.11.2004) su tutte le C.T. al disopra di 35kw, con un riconoscimento economico pari ad €. 40.000,00 oltre Iva, un sistema di telegestione e monitoraggio a distanza degli impianti, tale da essere in grado di gestire e controllare tutti gli impianti termici mediante due unità centrali dotate di personal computer, una dislocata c/o la Società , l’altra c/o la Direzione Edilizia Pubblica e Progetti Speciali del Comune di Pisa aventi la stessa possibilità visiva di verifica e immediata individuazione dell’operatore. Un’unità di processo remoto dislocata nei vari impianti e più sonde di rilevazione della temperatura interna al luogo di fornitura.

2)         Il monitoraggio dovrà essere costante e relativo a tutto ciò che avviene nell’impianto termico, in grado di controllare e modificare tutti i parametri e le funzioni caratteristiche delle componenti dell’impianto stesso, quali:

a)                    Temperatura di mandata e di ritorno dell’impianto;

b)                    Temperatura dei fumi;

c)                    Stato del bruciatore;

d)                    Stato delle pompe;

e)                    Posizione della valvola miscelatrice;

f)                     Curva di funzionamento del regolatore climatico;

g)                    Orari di accensione e di spegnimento;

h)                    Accensione dei bruciatori e delle pompe di circolazione;

i)                      Orari di funzionamento;

j)                      Inserzione dell’impianto in cascata (se presente);

K)        Temperature ambiente;

I) Comunicazione (anche via email) del consumo combustibile effettuato a fine anno termico e al momento di riaccensione (1.11. di ogni anno) del consumo combustibile.

3)         La Società è obbligata ad installare all’interno del luogo di fornitura più sonde di rilevazione della temperatura interna dotate di visualizzatore delle misure effettuate nel punto indicato dall’Amministrazione contraente.

Su richiesta dell’Amministrazione contraente la Società dovrà fornire in, forma di report, le risultanze delle rilevazioni derivanti dal sistema di gestione e monitoraggio a distanza di cui al presente articolo

4)         Verifica delle sonde esterne, eventuale loro ripristino, con collegamento al telecontrollo.

5)         Il telecontrollo dovrà essere progettato e  realizzato in accordo con i tecnici dell’U.T.C.esclusivamente con linee di telefonia fissa, ove non possibile potrà essere realizzata in alternativa con telefonia mobile GSM o con altre tecnologie da concordare accettate dall’U.T.C.

Sarà a cura della Società il mantenimento del telecontrollo, la taratura continua e programmata dello stesso con l’effettuazione di interventi di potenziamento successivi e miglioramenti dettati dal Comune e concordati con la Società, con interventi di assistenza da effettuarsi nell’arco delle 24 ore dalla segnalazione del guasto, nonché gli interventi manutentori straordinari garantendone il funzionamento nel tempo.

6)                  Sarà cura della Società l’installazione del telecontrollo (> 35Kwatt) su Centrale Termica di nuova gestione.

7)                  E’ prevista la conduzione e manutenzione dell’impianto di telecontrollo esistente, compresa la stazione installata presso l’Ufficio Tecnico del Comune.

ART. 6 ESCLUSIONI

In riferimento alle prestazioni di cui al precedente art. 5 lettera C, restano esclusi al canone di cui all’art. 7 le riparazioni o sostituzioni di parti degli impianti danneggiate o mancanti per vandalismi, incidenti stradali, per furti e per tutti gli eventi di carattere eccezionale, quali terremoti, inondazioni, tumulti, trombe d’aria, eventi bellici, atti di terrorismo, ecc.; in questi casi la Società si impegna a provvedere agli interventi di ripristino con le modalità previste per gli interventi di cui sopra al punto F.

ART: 7 CORRISPETTIVI

L’importo totale del canone fisso annuo che il Comune riconosce alla Società per le prestazioni, i servizi e le forniture di cui all’art. 5, punti A, B, C, D è quantificato per l’anno corrente in euro 821.380,00 (ottocentoventunomilatrecentottanta,00), oltre IVA ai termini di legge, ripartito al fine dell’adeguamento e dell’aggiornamento nelle quote sotto specificate:

A. pronto intervento su chiamata

B. presidio per segnalazione guasti

C. esercizio e manutenzione ordinaria degli impianti

Per le prestazioni di cui ai punti A, B, e C sopra menzionati euro 140.680,00= (centoquarantamilaseicentoottanta/00)

D. approvvigionamento di combustibili euro 680.700,00= (seicentoottantamilasettecento)

L’importo è determinato sulla base dei consumi storici e con riferimento alle tariffe riportate all’allegato “C”.

Le tariffe sono ottenute con riferimento alla seguente formula: PM=CM+CF+I, dove:

PM=prezzo unitario per metro cubo del gas [euro/mc]

CM=componente variabile della tariffa [euro/mc]

CF=componente fissa [euro/mc]

I=imposte [euro/mc]

La componente fissa CF, alla data del 01/11/2000 ha il valore di £/mc 131,39, determinato in base ai criteri del DM 01/11/1996;

la componente variabile CM, che tiene conto della variazione del prezzo della materia prima alla data del 01/11/2000, ha il valore di £/mc 498,56, determinato in base ai criteri del DM 01/11/1996, ed a partire dal 01/07/2001, a seguito della delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas n°134/2001, assume il valore di lire/mc 464,98;

la componente I, alla data del 01/11/2000, ha il valore di lire/mc 357,51 o, in presenza di agevolazione fiscali, di lire/mc 36,3.

L’applicazione dell’agevolazione fiscale per le forniture di gas agli impianti sportivi comunali è subordinata all’approvazione da parte di UTF dell’istanza allo scopo presentata da AGES in data 27.02.2001, prot. 5313.

Il canone viene aggiornato secondo quanto stabilito dall’art. 8.

Il canone viene adeguato secondo quanto stabilito dall’art. 9.

ART.8 AGGIORNAMENTO DEI CORRISPETTIVI

Il canone fisso annuo sarà aggiornato all’inizio di ciascun anno solare sulla base dei criteri sotto riportati:

le quote A, B e C di cui all’art. 7 non saranno soggette ad aggiornamento per tutta la durata del presente contratto;

la quota D di cui all'art. 7 rimarrà invariata per tutta la durata della gestione.  Si darà luogo ad aggiornamento unicamente qualora la media annua dei prezzi unitari di approvvigionamento del gas naturale PM ecceda la fascia di tolleranza del 3% (trepercento) per effetto di una variazione delle imposte e/o dei costi di approvvigionamento della materia prima.

Ai fini della valutazione della media annua dei prezzi unitari di approvvigionamento del gas naturale PM, le componenti del prezzo PM di cui all’art. 7 saranno valorizzate secondo le modalità di seguito indicate:

la componente variabile CM sarà valorizzata secondo i criteri stabiliti dalle delibere dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas n°52/99 e 135/2001;

la componente fissa CF non è soggetta ad aggiornamento per tutta la durata del presente contratto;

la componente imposte I sarà valorizzata secondo l’imposizione fiscale sul gas naturale, secondo quanto previsto dalle competenti autorità.

Qualora siano occorse le condizioni sopra riportate per determinare un aggiornamento del canone, e solo in quel caso, al termine dell’anno solare si procederà ad effettuare un conguaglio, procedendo come segue:       
a) si determina la media dei prezzi unitari dei combustibili, comprensivi di imposte dell’ultimo anno di gestione, facendo riferimento per il gas naturale alle tariffe di fornitura riportate in allegato ed aggiornate come sopra, e per il gasolio al bollettino della Camera di Commercio di Pisa;

b) si calcola il costo teorico di approvvigionamento, dato dalla somma dei prodotti dei volumi di combustibili riportati nell’allegato C (consumi storici) per i costi medi di cui al precedente punto a);

c) l’importo del conguaglio è dato dalla differenza tra il costo teorico di approvvigionamento di cui sopra al punto b) e la quota per approvvigionamento combustibile di cui al precedente art. 7 punto d.

ART.9 ADEGUAMENTO DEI CORRISPETTIVI

Il canone fisso annuo sarà adeguato sulla base dei criteri sotto riportati:

le quote A, B, C di cui all’art. 7 saranno adeguate in maniera proporzionale alla variazione del numero di impianti termici gestiti;

la quota D sarà adeguata in base ai consumi storici o stimati per le centrali, in aumento o in diminuzione;

Daranno inoltre luogo ad adeguamento della quota D eventuali ampliamenti, modifiche della tipologia e/o delle modalità di funzionamento degli impianti pertinenti agli edifici oggetto di gestione, in maniera proporzionale alla variazione dei consumi stimati rispetto a quanto riportato nell’allegato C;

L’adeguamento decorrerà dal 1° gennaio di ciascun anno solare nel quale sia intervenuta la variazione.

Nessun adeguamento è previsto per la quota E del canone di cui all’art. 7 del presente contratto.

ART.10 CONDIZIONI DI PAGAMENTO

Le condizioni di pagamento e le relative modalità di fatturazione dei corrispettivi per le prestazioni di cui all’art. 5 della presente convenzione sono le seguenti:

a.      i corrispettivi dovuti per le prestazioni relative al pronto intervento, alla segnalazione dei guasti, la mappatura degli impianti, l’esercizio e la manutenzione ordinaria, l’approvvigionamento dei combustibili, l’adeguamento e riqualificazione degli impianti di cui alle lettere A, B, C, D, saranno fatturati dalla Società in tre rate, in ragione di un terzo del canone annuo di cui al precedente art. 7, come adeguato ai sensi degli artt. 8 e 9, alle seguenti scadenze: 30 aprile, 30 giugno e 30 novembre.  Entro il 28 febbraio dell’anno successivo saranno fatturati eventuali conguagli, adeguamenti ed aggiornamenti; contestualmente sarà trasmesso al Comune il prospetto di aggiornamento ed adeguamento del canone per l’anno in corso.

b.      i corrispettivi per le prestazioni relative alle operazioni di cui alla lettera F dell’art. 5 saranno fatturati al termine dell’esecuzione degli interventi stessi;

Gli importi esposti nel presente contratto sono al netto dell’IVA.

La fatturazione sarà effettuata da Toscana Gas spa in base ai criteri comunicati dal competente ufficio del Comune, per tenere conto della suddivisione tra i centri di costo dello stesso.

I corrispettivi fatturati dalla Società saranno liquidati dal Comune entro 90 (novanta) giorni dalla data di emissione fattura. In caso di ritardato pagamento la Società, ferma la facoltà di adottare tutti i provvedimenti atti alla tutela del proprio credito, potrà applicare gli interessi di mora, in ragione del tasso di interesse legale.

ART.11 – VERIFICHE IN CONTRADDITTORIO

Al Comune è riservata la facoltà di controllare, in contraddittorio con la Società  che la gestione del servizio di climatizzazione degli edifici sia realizzata da quest’ultima in conformità a quanto previsto dalla presente convenzione.

Tale facoltà di controllo potrà essere attivata per iniziativa del Comune con preavviso di almeno un giorno lavorativo, per assicurare la presenza di un rappresentante della Società. I controlli saranno ritenuti validi solo alla presenza di entrambi i rappresentanti delle parti, che dovranno verbalizzare le operazioni ed i relativi risultati.

Le eventuali spese per i controlli sono poste a carico del Comune, salvo il caso di risultati negativi, che comporteranno l’addebito dei costi alla Società.

ART.12 - PENALI

Per ogni giorno lavorativo di ritardo rispetto ai tempi di intervento indicati come al precedente art. 5, potrà essere applicata una penale di euro 100,00 (cento,00).

L’ammontare delle penali relative a ciascun anno solare sarà calcolato entro il primo trimestre dell’anno solare successivo e detratto dalla rata del canone relativa al mese di Marzo di detto anno.

ART.13 RESPONSABILITA’

La Società, in virtù del presente contratto, fatta salva la riserva di cui all'ultimo comma del presente articolo, assume a proprio carico ogni responsabilità derivante dalla gestione del servizio, sia essa di carattere civile, penale o fiscale, sollevando l’Amministrazione Comunale da ogni responsabilità per l’attività inerente la gestione del servizio.

La Società è responsabile dei danni causati dal proprio personale, nonché da terzi impiegati dalla stessa o dai mezzi utilizzati nell'erogazione del servizio.

Il Comune, per contro, rimane unico responsabile nei riguardi degli eventuali danni causati dalla non conformità alle vigenti norme in materia, per gli impianti attualmente esistenti che necessitano di adeguamento, indicati nella relazione tecnica citata al precedente art. 3, fino a che non sia avvenuto il loro adeguamento, nonché per gli impianti per i quali la Società, con dettagliata relazione tecnica e relativo preventivo di spesa per l’adeguamento, segnalerà la non conformità durante il periodo di validità del presente contratto, dal momento del ricevimento della segnalazione e fino a che non sia avvenuto il loro adeguamento.

ART.14 QUALITA’ E REGOLARITA’ DEL SERVIZIO

La Società assicurerà la regolarità del servizio, salvo le interruzioni nell’erogazione dei combustibili e/o dell'energia elettrica da parte dei fornitori, i lavori di manutenzione ed i casi di forza maggiore; eventuali limitazioni verranno attuate in modo da arrecare ai cittadini il minor disagio possibile.

A tal fine si precisa che sono compresi nel canone di cui all’art. 7 gli oneri per gli interventi straordinari tesi alla messa in sicurezza degli impianti entro e fuori dell’orario di lavoro, richiesti dal Comune, dai Vigili del Fuoco e dalle Forze dell’Ordine per situazioni di pericolo rilevanti ai fini della pubblica incolumità.

ART.15 PROPRIETA’ DEGLI IMPIANTI

Gli impianti consegnati alla Società per la gestione nell’ambito del presente contratto, compresi quelli di nuova realizzazione, sono e resteranno di proprietà del Comune.

ART.16 ONERI E DIVIETI

È fatto divieto a chiunque, privato cittadino o ente, di eseguire interventi sugli impianti presi in consegna dalla Società senza preventivo consenso scritto della stessa.

È onere del Comune espletare le pratiche per il recupero crediti c/o Assicurazioni in caso di danneggiamento degli impianti da parte di imprese o di privati. Il Comune altresì si riserva la facoltà di autorizzare le compagnie assicuratrici, le imprese od i privati che hanno prodotto il danno ad effettuare la liquidazione diretta alla Società , in base alle prestazioni effettuate da questa per il ripristino degli impianti.

Per quanto concerne l'attivazione di nuove forniture di gas naturale e le eventuali variazioni contrattuali conseguenti ad eventuali modifiche degli impianti, sarà cura della Società istruire, a proprie spese, le relative procedure presso gli enti fornitori e stipulare i relativi contratti.

Relativamente agli interventi di miglioramento dei processi di utilizzo e di quelli di trasformazione dell'energia, di cui all'art. 1 comma p) del DPR 412/93, la Società è autorizzata ad intervenire sugli impianti quando l'esito degli studi di fattibilità certificati dall'Agenzia Energetica della Provincia di Pisa indichi che l'intervento proposto porta benefici in termini energetici ed economici.

ART.17 IMPEGNI ED OBBLIGHI DI COLLABORAZIONE

La Società assume l’impegno di gestire il servizio oggetto del presente contratto secondo criteri che tengano conto degli interessi pubblici del Comune, della gestione economica, della qualità e della sicurezza del servizio prestato.

Il Comune deve richiedere alle ditte che eseguono lavori per conto del Comune stesso di assumere presso la Società le opportune informazioni prima di iniziare lavori di qualsiasi natura che possano interessare o coinvolgere gli impianti oggetto del presente contratto; dovrà preavvisare la Società sull’inizio di detti lavori, informandola altresì sulla loro natura e segnalare alla stessa eventuali danni causati, e risarcirli.

In generale deve essere garantito l’accesso agli impianti da parte degli incaricati della Società in qualunque momento, ed in particolare in occasione dell’occupazione di suolo pubblico da parte di terzi.

Per i lavori relativi ad interventi sugli impianti, il Comune si obbliga a richiedere alle ditte esecutrici la certificazione della realizzazione delle opere a regola d’arte e tutta la relativa documentazione necessaria (certificazioni ex legge 46/90 ove previste, misure impianto di terra, tipologia dei materiali, ecc..).

Il Comune deve farsi carico degli oneri necessari al rifacimento degli impianti obsoleti e agli interventi indispensabili al mantenimento di un adeguato livello di sicurezza degli impianti.

ART.18 ESERCIZIO DELL’ATTIVITA’

La Società avrà facoltà di organizzarsi per l’erogazione delle prestazioni, delle forniture e dei servizi oggetto del presente contratto nel modo che ritiene più conveniente, in base alle oggettive esigenze, fatto salvo il rispetto dei termini contrattuali.

ART.19 AUTORIZZAZIONI

La Società resta sempre e comunque autorizzata all’esecuzione di interventi, opere di manutenzione, all’esecuzione di scavi, alla riparazione ed alla sostituzione di impianti in casi di urgenza e necessità al fine di garantire un adeguato livello di sicurezza degli impianti e del ripristino dell’erogazione del servizio.  L’effettuazione di tali interventi dovrà essere tempestivamente comunicata dalla società al Comune.

ART.20 ESCLUSIVA

Qualora si presentasse la necessità di effettuare interventi sugli impianti dati in gestione alla Società , il Comune si impegna a richiedere preventivamente un preventivo per l'esecuzione di tali interventi alla Società stessa, che avrà diritto di prelazione a parità di condizioni rispetto ad offerte di terzi.

ART.21 RECESSO

Il Comune si riserva la facoltà di recedere dal presente contratto qualora dovesse ricevere da terzi offerte di gestione più convenienti sul piano tecnico-economico e della qualità e della efficienza, debitamente documentate e previa comunicazione alla Società , che avrà in tal caso diritto di prelazione a parità di condizioni.

Il recesso in tal modo esercitato dovrà comportare il recupero degli investimenti effettuati dalla Società, sollevandola da ogni peso, onere, incombenza e responsabilità.

ART.22 PAGAMENTI e/o SOSPENSIONI

In caso di inadempienze, il Comune si riserva di non pagare le fatture emesse fino alla risoluzione delle inadempienze stesse.

ART.23 CESSIONE DEL CONTRATTO

La Società  non potrà cedere a terzi il contratto di gestione del servizio, ma potrà avvalersi di imprese private specializzate; il Comune si riserva la facoltà di rifiutare l’impiego di imprese che non risultassero di suo gradimento.

Fatto salvo quanto sopra specificato, la Società si riserva la possibilità di esercitare le attività dedotte nel presente contratto a mezzo di società controllate e collegate, sulla base di valutazioni di carattere organizzativo e/o economico, rimesse comunque alla propria completa discrezionalità.

ART.24 SPESE CONTRATTUALI, ONERI FISCALI E VARI

Trattandosi di prestazioni soggette ad I.V.A., le parti chiedono che il presente atto sia registrato a tassa fissa. Gli oneri di natura fiscale che risultino dovuti in relazione alla stipulazione e/o all'esecuzione del presente contratto saranno esclusivamente a carico della Società .

Si dà atto inoltre che l’esercizio degli impianti è funzionale ad un servizio di pubblica utilità, e quindi il Comune concede alla Società l’esenzione, per gli impianti gestiti per effetto del presente contratto, da tasse ed imposte comunali.

ART. 25 CONTROVERSIE

Per eventuali controversie che dovessero insorgere fra le parti per la esecuzione del presente contratto si ricorrerà al giudice ordinario.

Le parti mi dispensano dalla lettura degli allegati.

E richiesto io Segretario Generale, ho ricevuto il presente atto scritto in parte a mano da persona di mia fiducia e in parte con mezzi meccanici su diciannove pagine complete e porzione della presente, e che previa lettura datane alle parti, che lo hanno riconosciuto in tutto conforme alla loro volontà, è stato dalle stesse firmato a margine e sottoscritto, unitamente agli allegati a norma di legge, con me Segretario Generale Comunale rogante, come appresso:                                                                    

 

TOP

Ufficio Aziende ed Esternalizzazioni Se vuoi puoi inviare un messaggio - Responsabile del sito e-mail webmaster
Palazzo Gambacorti. Piano Terzo


23/09/2008