Home Rete Civica Pisana
Rete Civica Pisana

Pisa, lungarni ieri-oggi - realizzazione grafica ufficio rete civica

 WebMail   Eventi Web    Staff Web      Ricerca per Eventi della vita      Mappa del sito                 tasto informazioni  english  francais   deutsch   espanol 
>Aziende ed esternalizzazioni>Uffici preposti>Covenz.patrimonio

Global Service Patrimonio”

Rep.n.                                                                          Fasc.n.

Appalto per la gestione del patrimonio immobiliare non abitativo del Comune di Pisa - “Global Service Patrimonio”

REPUBBLICA ITALIANA

L'anno DUEMILADUE (2002) e questo dì diciannove del mese di dicembre in Pisa, nella Sede Municipale, avanti a me Avv. PIETRO PESCATORE Vice Segretario Generale del Comune di Pisa, in sostituzione del Segretario Generale e, come tale, autorizzata a rogare gli atti nella forma pubblico-amministrativa ai sensi dell'Art. 97 comma 4 lett.c) del D.Lgs 18 agosto 2000 n.267, sono comparsi e si sono personalmente costituiti:

- Dr.ssa Manuela BALLANTINI, nata a Livorno il 3 luglio 1953, domiciliata per la carica ove appresso, che interviene a questo atto non in proprio, ma nella sua esclusiva qualità di Dirigente del Servizio Patrimonio del COMUNE DI PISA (codice fiscale 00341620508) in virtù dei poteri alla medesima conferiti dall’art.107 del Decreto legislativo n°267 del 18 agosto 2000 e dell’art.7 del Regolamento dei Contratti del Comune di Pisa, in ordine ed esecuzione della propria determinazione n. APA/1766 del 10.10.2002, giacente in atti di ufficio;

- Signor Marino Monti, nato a Castel San Pietro Terme il 3 ottobre 1950, domiciliato per la carica ove appresso, il quale mi dichiara di intervenire al presente atto non in proprio, ma in rappresentanza della società MANUTENCOOP soc. coop. a r.l., con sede in Zola Predosa, via Poli 4, codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese 00592240378, nella sua qualità di Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione della medesima società, avente i poteri per questo atto come il medesimo mi dichiara.

I comparenti della cui identità personale io Vice Segretario sono certo, rinunziando di comune di accordo e con il mio consenso all’assistenza dei testimoni, mi richiedono di ricevere il presente atto pubblico dal quale risulti quanto segue:

P R E M E S S O :

- che con la deliberazione n.27 del 9.5.2002 il Consiglio Comunale ha autorizzato il ricorso al pubblico incanto (da tenersi con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa) per l’affidamento del servizio di gestione del patrimonio ad uso non abitativo del Comune di Pisa (cd.Global Service Patrimonio), il cui importo a base di gara ammonta ad euro 1.747.345,867;

- che con la medesima delibera CC n.27/2002 è stato approvato il capitolato speciale (con i relativi allegati);

- che a seguito della gara svoltasi in data 4.10.2002, la società “MANUTENCOOP” si aggiudicata l’appalto suddetto, avendo offerto sull’importo dei servizi a base di gara un ribasso del 1,80%, corrispondente ad euro 31.452,22;

- che con determinazione n.APA 1766 del 10.10.2002 il Dirigente del Servizio Patrimonio ha approvato il relativo verbale di gara, affidando alla società MANUTENCOOP l’appalto in questione per un importo complessivo di euro 1.715.893,64, oltre IVA;

- che, l’appalto in questione risulta regolarmente finanziato;

- che nei confronti della società comparente non sussistono procedimenti o provvedimenti previsti dalle vigenti disposizioni in materia di "antimafia", come risulta dalla nota del Prefetto di Bologna in data 25.11.2002, prot. n. 0006806/2002;

E TUTTO CIÒ PREMESSO, le parti, previa ratifica e conferma della narrativa che precede, la dichiarano parte integrante del presente contratto e convengono e stipulano quanto appresso:

1) Il Comune di Pisa, come sopra legalmente rappresentato, affida all'impresa “MANUTENCOOP.”, che accetta, l'appalto del servizio di gestione del patrimonio immobiliare ad uso non abitativo del Comune di Pisa (cd.GLOBAL SERVICE PATRIMONIO); il tutto come meglio risulta specificato nel capitolato speciale, approvato con la citata delibera CC n.27/2002, che le parti dichiarano di ben conoscere ed accettare integralmente.

2) Il presente contratto ha durata di tre anni, a decorrere dal 1 gennaio 2003 ed avrà quindi scadenza il 1.1.2006.

Il Comune di Pisa si riserva di concedere il rinnovo del contratto per un periodo di tempo non superiore a quello del presente contratto; in tal caso il Comune si riserva altresì di valutare le eventuali condizioni migliorative proposte dall’appaltatore, sia in termini di modalità di erogazione del servizio sia in termini economici.

3) L'importo del presente atto viene fissato in complessivi euro 1.715.893,64 (unmilione settecentoquindicimila ottocentonovantatre/64), oltre IVA..

4) L'impresa s'impegna ad eseguire l'appalto in oggetto alle condizioni contenute nel presente contratto (ivi compresi gli atti richiamati) e nel capitolato speciale, condizioni tutte che l'impresa dichiara espressamente di ben conoscere ed accettare in ogni parte, anche ai sensi dell'art.1341 2^ comma del codice civile.

6) A garanzia dell'esatto adempimento contrattuale e come previsto dal capitolato speciale d’appalto, l'Impresa ha stipulato polizza assicurativa con Unipol Assicurazioni S.P.A. in data 20.11.2002, polizza n.96/38178677 per un importo di euro 171.589,36=, pari al 10% dell’importo contrattuale.

Tale cauzione rimarrà vincolata fino a quando con la predetta Impresa sussisteranno i rapporti economici e giuridici inerenti e derivanti dal presente atto. La stessa deve essere integrata ogni volta che la stazione appaltante abbia proceduto alla sua escussione, anche parziale, ai sensi del presente contratto.

7) A garanzia di ogni danno a persone e cose derivante dall’esecuzione del servizio, l’impresa comparente ha stipulato, così come previsto nel capitolato speciale d’appalto, apposite polizze assicurative con UNIPOL ASSICURAZIONI S.p.A.:

-          polizza responsabilità civile generale n. 767/60/34554286 in data 31.12.2001 e relativa appendice n.8 in data 12.12.2002;

-          polizza C.A.R. n. 767/88/34272522 in data 31.12.2000 e relativa appendice n. 14 in data 16.12.2002

8) L'eventuale subappalto di parte del servizio, nei casi consentiti dalla legge e dal capitolato speciale, dovrà essere preventivamente autorizzato dal Comune ai sensi e nel rispetto delle condizioni richiamate dall'art. 18 della Legge 19.3.1990 n° 55 In caso d'inottemperanza agli obblighi previsti in materia di subappalto, dalle vigenti leggi inerenti disposizioni in materia di lotta alla delinquenza mafiosa, sono applicabili le sanzioni penali di legge.

9) Nell'esecuzione del servizio di cui al presente atto, ai sensi dell'art. 18, settimo comma della Legge n.55/90, l'Impresa si obbliga ad osservare integralmente il trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi nazionali e territoriali in vigore per il settore e per la zona nella quale si svolge il servizio ed è tenuta ad osservare le norme e le prescrizioni delle leggi e dei regolamenti sulla tutela, sicurezza, salute, assicurazione e assistenza dei lavoratori ed è, altresì, responsabile in solido dell'osservanza delle norme anzidette da parte dei subappaltatori nei confronti dei loro dipendenti per le prestazioni rese nell'ambito del subappalto.

10) I termini e le comminatorie contenute nel presente contratto e nel capitolato speciale operano in pieno diritto, senza obbligo per il Comune della costituzione in mora dell'appaltatore.

11) Il rappresentante legale della MANUTENCOOP mi dichiara che la società in questione è in regola con gli obblighi di cui alla legge 12.3.1999 n.68 , come risulta dalla certificazione della Provincia di Bologna in data 27.6.2002 prot. n. 5528.

12) Il Comune di Pisa, ai sensi dell’art.10 della Legge 31 Dicembre 1996, n.675, e successive modificazioni, informa l’impresa che tratterà i dati contenuti nel presente contratto, esclusivamente per lo svolgimento delle attività d’ufficio e per l’assolvimento degli obblighi delle leggi in materia.

13) Qualunque contestazione o vertenza sorta fra le parti sull’interpretazione, esecuzione e risoluzione del presente contratto, anche dopo la scadenza dell'appalto e qualunque sia la natura, se non composta amichevolmente, dovrà essere risolta di fronte al giudice ordinario individuato ai sensi dell’art. 20 c.p.c..

14) Tutte le spese del presente atto e sue consequenziali, presenti e future sono a completo carico dell'impresa appaltatrice. L’impresa è soggetta alle norme previste dal D.P.R. 26.10.1972 n° 633, concernente il pagamento dell'I.V.A..

15) Per tutto quanto non previsto dal presente contratto le parti fanno riferimento al capitolato speciale.

E richiesto io Vice Segretario Generale, ho ricevuto il presente atto scritto in parte a mano da persona di mia fiducia e in parte con mezzi meccanici su quattro pagine complete e porzione della presente e che, previa lettura datane alle parti, che lo hanno riconosciuto in tutto conforme alla loro volontà, è stato dalle stesse firmato a margine e sottoscritto,  con me Vice Segretario Generale Comunale rogante, come appresso:                                                                    

 

TOP

Ufficio Aziende ed Esternalizzazioni Se vuoi puoi inviare un messaggio - Responsabile del sito e-mail webmaster
Palazzo Gambacorti. Piano Terzo


23/09/2008